Hotels Umbria: hotel, alberghi, centri benessere, agriturismi, relais, residenze d'epoca e ville, Country House e Case Vacanza

Hotel in Umbria / Alberghi

Mappa Umbria

Dove Alloggiare

Scoprire l'Umbria

Tutte le Offerte

Offerte Last Minute

Offerte Last Minute

MAILING LIST

Iscriviti per ricevere OFFERTE e LAST MINUTE

E-mail

Tours Club


 Subscribe in a reader


Banner Pubblicitari Hotelinumbria

Ita.Hotel in Umbria - Versione Italiana Eng.Umbria Hotels - English Version

Migliore Tariffa Garantita

Pacchetti Offerte

Offerte week-end

Last Minute Umbria

Offerte Eventi

Ferragosto

Offerte Ferragosto in Umbria 2017

Estate 2017

Offerte Estate 2017

Offerte Mensili

Offerte Agosto

Offerte Settembre

Offerte Ottobre

Prossimi eventi

Offerte Agosto Montefalchese 2017 Offerte Quintana di Foligno 2017 Offerte I Primi D'Italia 2017 Musei in Umbria Parchi Naturali in Umbria

Informazioni

Informazioni Turistiche in Umbria

Rafting in Umbria

Area albergatore

Inserisci struttura

Servizi hotel

Siti Web Low Cost

Travel Partners

Links 1 - 2 - 3 - 4

Scambio Link

Offerte Messico

Offerte Messico

TextradTextrad

MCS - Art InventorMadeleine Chartrand Sperlich - Art inventor

Pozzo di San Patrizio (Orvieto)

Pozzo di San Patrizio

Il pozzo di San Patrizio venne costruito dopo il 1527 per volere di Papa Clemente VII, che si era rifugiato nella città  di Orvieto in seguito alla discesa dei Lanzichenecchi. Durante quel periodo il Pontefice ordinò la costruzione di cisterne e pozzi per assicurare alla città  un'autonomia idrica in caso d'invasione. Il più importante doveva essere quello a servizio della Rocca, il cui progetto fu affidato ad Antonio da Sangallo il Giovane, architetto di fiducia del Papa. Individuato il sito adatto vicino alla rocca, per rispondere alla pratica esigenza di trasportare l'acqua dal fondo del pozzo in superficie, venne ideata una struttura a doppia elica facendo discendere e risalire bestie da soma senza che s'incontrassero. Il Sangallo, disegnò una doppia scala a chiocciola del Pozzo di san Patrizio, composta da 248 scalini a rampa, sviluppata intorno ad un cilindro profondo 53,15 metri; il doppio percorso a spirale, è aerato e illuminato dall' alto attraverso settanta finestroni. Note curiose della doppia scala è la somiglianza (geometricamente parlando) con la struttura a doppia elica del DNA scoperto circa 420 anni dopo la costruzione del pozzo, e il gioco della prospettiva visiva, nel senso che, chi scende si trova ad affacciarsi proprio di fronte a chi sale, mentre gli appare distante chi procedendo nella stessa direzione, si trova appena qualche passo sopra o sotto. All'estremità  inferiore della rampa di discesa è posto un ponte in legno che permette di attraversare il pozzo, nel quale il livello dell'acqua si mantiene costante grazie ad un emissario che fa defluire l'eventuale eccesso, per poi riprendere la rampa di salita che conduce all'uscita. Il pozzo di San Patrizio, dall'esterno si presenta con due portoni diametralmente opposti che danno l'accesso alle due scale a chiocciola, una per la discesa e l'altra per la risalita, concepite appunto in modo tale da essere indipendenti e non comunicanti tra loro. Sull'entrata la scritta "QUOD NATURA MUNIMENTO INVIDERAT INDUSTRIA ADIECIT" ("ciò che non aveva dato la natura, procurò l'industria") celebra la potenza dell'ingegno umano capace di sopperire le carenze della natura.
Clemente VII non vide mai realizzata l'opera, che fu portata a termine da Simone Mosca nel 1543, quando sul soglio pontificio sedeva Paolo III.
Il pozzo della Rocca (questo era il suo nome in principio), fu riconosciuto come una delle meraviglie di Orvieto e divenne presto un'attrattiva per i viaggiatori, ma soltanto nell'Ottocento assunse la denominazione proverbiale di Pozzo di S. Patrizio, quando la rocca aveva perduto la sua funzione militare. Il nome del Pozzo non ha alcuna attinenza con personaggi del luogo, ma fa riferimento all'abisso irlandese dove era solito pregare San Patrizio. Durante la costruzione del pozzo, vennero ritrovati numerosi reperti archeologici risalenti all'epoca degli Etruschi. Tra le bellezze da visitare ad Orvieto, da non perdere è il Duomo di Orvieto e Orvieto Underground.

Photo Gallery (clicca per aprire le immagini)
Pozzo di San Patrizio - interno Interno Pozzo Pozzo di S. Patrizio

Orari visite:
GENNAIO "“ FEBBRAIO - NOVEMBRE "“ DICEMBRE(CHIUSO IL 25 DICEMBRE)
10.00/17.00
MARZO "“ APRILE "“ SETTEMBRE "“ OTTOBRE
9.00/19.00
MAGGIO "“ GIUGNO "“ LUGLIO "“AGOSTO
9.00/20.00
Prezzi:
"¢ Intero € 4.50
"¢ Ridotto € 3.50 (residenti, disabili; 7- 18 anni; studenti universitari fino a 25 anni; oltre 60 anni; gruppi superiori a 15 persone; soci TCI; possessori del biglietto del Pozzo della Cava)
"¢ Cumulativo intero Pozzo San Patrizio e Museo Emilio Greco € 5.50
"¢ Cumulativo ridotto Pozzo San Patrizio e Museo Emilio Greco € 4.00 (residenti, disabili; 7- 18 anni; studenti universitari fino a 25 anni; oltre 60 anni; gruppi superiori a 15 persone; soci TCI; possessori del biglietto del Pozzo della Cava).

Strutture ricettive a Orvieto

Hotel, Alberghi, Agriturismi, Centri benessere, Residenze d'epoca, Case Vacanza.

Informazioni

Orvieto, Ristoranti Orvieto, Musei Orvieto, Mappa di Orvieto.